Un paio di cose da sapere

Un paio di cose da sapere ed accettare prima di cominciare a frequentare le mie lezioni, per crescere insieme nella pratica dello Yoga.

  1. Arriva puntuale per le lezioni. Arrivare in ritardo crea disturbo e non dimostra rispetto per il prossimo. Se arrivi in ritardo, rispetta il silenzio iniziale e unisciti al gruppo in silenzio
  2. Rimuovi le scarpe e la giacca all’ingresso, si pratica a piedi nudi o con calzini
  3. Spegni o metti il silenziatore al telefonino, che devi lasciare lontano dallo spazio della pratica. Se aspetti una chiamata urgente, fammelo sapere prima della lezione
  4. Cura al massimo la tua igiene personale, nel rispetto di te stesso e degli altri. Cerca di non usare profumi troppo forti. Se devi andare n bagno durante la lezione, fallo senza problemi ma muoviti senza disturbare gli altri
  5. Ti incoraggio ad procurarti un tuo tappetino personale, ma ci sono tappetini a disposizione in caso di emergenza
  6. Pratica a stomaco vuoto e non bere durante le lezioni (a meno che le tue condizioni di salute te lo impediscano)
  7. Usa vestiti confortevoli ma non troppo larghi
  8. Se qualcosa non e’ chiaro, chiedi!!! Siamo tutti qui per imparare. Se vuoi discutere piu’ a lungo su qualche argomento, fallo alla fine della lezione
  9. Se hai dei problemi di salute, fammelo sapere prima di iniziare a praticare. In particolare: pressione alta, glaucoma, problemi alla retina, ernie e problemi alla schiena o al collo, gravidanza. Potro’ suggerire modifiche opportune alle posizioni o posizioni alternative. Non tutte le lezioni sono adatte a tutti, posso suggerire gli orari più adatti.
  10. Lo Yoga non e’ una pratica competitiva. Non e’ solo esercizio fisico, non e’ solo una tecnica di rilassamento. E’ una pratica personale che ci rende piu’ forti, piu’ flessibili, piu’ sani, non solo a livello fisico. Il suo obiettivo e’ quello di calmare la mente, ed aprirci all’osservazione ed alla conoscenza di noi stessi e degli altri
  11. Accetta te stesso per come sei, rispetta il tuo corpo. Se ti senti stanco, fermati e riposa. Se senti dolore o fastidio dimmelo immediatamente. Se non ti senti a tuo agio in una posa, comunicalo e suggeriro’ un’alternativa. Non giudicare te stesso o gli altri per la loro pratica. Ognuno di noi segue percorsi diversi, ed ogni giorno e’ diverso, sii presente a te stesso in ogni momento. Sei responsabile per le tue azioni
  12. Rimani per l’intera lezione. Se per motivi importanti devi andare via prima, avvertimi per tempo. E’ importante non saltare la parte di rilassamento finale, che potrai praticare in anticipo rispetto al resto del gruppo

Grazie!!!

ATTIVITA’ PROFESSIONALE DISCIPLINATA AI SENSI DELLA L. 14 gennaio 2013, n. 4 (G.U. n. 22 del 26.01.2013)

Socio YANI n. 1369, aderisco al codice di condotta scaricabile qui: http://www.insegnantiyoga.it/it/sportello_cittadino.php

Il 6 dicembre 2016 è stata approvata la normativa UNI (11661) che definisce i requisiti per l’insegnante di Yoga. Il mio impegno personale è di continuare a lavorare nel pieno rispetto di questa normativa.

Sono iscritta all’elenco regionale delle discipline del benessere e bionaturali, sezione operatori http://www.regione.toscana.it/-/elenco-regionale-operatori-in-discipline-del-benessere-e-bionaturali